Categorie: BioCasa e Terrazzo

Rimedi naturali per eliminare le Cocciniglie dalle Orchidee

Eliminare le Cocciniglie dalle Orchidee in modo tempestivo è importante, poiché questo insetto si riproduce velocemente ed è difficile da debellare. Per non perdere le piante, è molto meglio agire preventivamente e controllare frequentemente le nostre “amiche verdi” alla caccia in intrusi. Fermare un attacco all’inizio sarà più facile, anche con prodotti di origine naturale.

Eliminare le Cocciniglie dalle Orchidee: impariamo a riconoscerle

La Cocciniglia è un insetto fitofago, cioè si ciba degli zuccheri contenuti nella linfa delle piante. È una famiglia molto ampia e possono avere vari colori e forme. Solitamente sono contraddistinte da uno scudo ceroso, di colore bianco o grigiastro, ma la Cocciniglia cotonosa ha uno strano ciuffo simile a un fiocco di cotone.

Le possiamo trovare sia sui rami sia sulle foglie vicino alle nervature. Ha un apparato boccale pungente e succhiante ed è abbastanza statico. Perciò possiamo toglierli facilmente, aiutandoci con un cotton fioc imbevuto di alcool.

Lotta biologica: come prevenire lo sviluppo delle Cocciniglie

La lotta biologica non si basa sull’eliminazione degli insetti, quando ormai è troppo tardi, ma sulla creazione delle condizioni affinché i parassiti non si avvicinino alla pianta.

In primavera e in estate possiamo utilizzare un sapone molle a base di olio di oliva per creare un habitat sulle foglie poco adatto alla ovideposizione delle Cocciniglie. È un prodotto naturale, non crea fitotossicità e non rimane a lungo nell’ambiente. Perciò è necessario ripetere il trattamento periodicamente.

Un altro allegato importante è l’olio vegetale a base di Olio di Colza. Si tratta di un prodotto a base di sostanze di origine vegetale che avvolge i parassiti eliminandoli per asfissia. È una soluzione consentita in agricoltura biologica e ha la doppia valenza di poter essere usato a scopo preventivo e abbattente.

Poiché le Cocciniglie tendono a comparire di anno in anno, dobbiamo considerare che l’autunno è un periodo importante poiché le neanidi, cioè le forme giovanili dell’insetto che daranno origine ai nuovi adulti e all’infestazione primaverile, sono già presenti e particolarmente vulnerabili. In inverno le strutture di difesa della Cocciniglia non si sono ancora sviluppate o sono quasi assenti ed è quindi più vulnerabile all’Olio di Colza.

Come comportarsi in caso di invasione

Quando ci troviamo di fronte a una invasione di Cocciniglie sulle nostre Orchidee, dobbiamo considerare l’entità dell’intervento.

Se si tratta di pochi elementi li possiamo togliere manualmente, per poi sottoporre la pianta a un trattamento con Olio di Colza.

Se al contrario gli esemplari sono tanti possiamo ricorrere a un insetticida anticocciniglia consentito in agricoltura biologica, a base di olio minerale a basso impatto ambientale. Si tratta di insetticidi di elevata purezza e agiscono per asfissia.

Se abbiamo subito un attacco importante in estate, è probabile che le Cocciniglie torneranno l’anno prossimo perché hanno depositato uova microscopiche nel terriccio. In autunno effettuiamo trattamenti preventivi con l’insetticida anticocciniglia e l’Olio di Colza per limitare lo sviluppo delle nuove generazioni.

Una pianta sana non si ammala!

Una pianta sofferente sarà più esposta all’attacco dei parassiti e delle malattie fungine. Vi ricordiamo 8 regole fondamentali per far vivere bene le Orchidee!

  1. Non provochiamo ferite alla pianta.
  2. Evitiamo che la parte aerea della pianta rimanga bagnata a lungo.
  3. Non inumidiamo la pianta nelle ore più calde.
  4. Se l’ambiente è troppo secco, usiamo un umidificatore.
  5. Favoriamo una buona ventilazione.
  6. Eliminiamo subito tutte le parti di substrato e corteccia contaminati da muffe o marce.
  7. Le malattie possono passare da una pianta all’altra, anche attraverso gli attrezzi che usiamo. Sterilizziamo sempre le forbici prima di usarle su ogni singola pianta.
  8. Le piante in vaso hanno bisogno di nutrienti: prevediamo un ciclo di concimazione regolare se vogliamo che le piante crescano correttamente.

Per conoscere le temperature e le esigenze dei vari tipi di Orchidea, ti suggeriamo di leggere questo articolo!

POTREBBE INTERESSARTI

Condividi
Tag: orchidee

Articoli recenti

Come coltivare la Luffa: un rampicante con fiori e frutti insoliti

Ci sono molti motivi per coltivare la Luffa: per i suoi frutti molto particolari, per…

25 Novembre 2022

Come coltivare la Houttuynia cordata in giardino e in vaso

Se abbiamo un laghetto o uno specchio d’acqua nel giardino, possiamo facilmente coltivare la Houttuynia…

18 Novembre 2022

Come coltivare la Miltonia e la Miltoniopsis

Gli appassionati di Orchidee amano coltivare la Miltonia per le sue generose e ripetute fioriture.…

10 Novembre 2022

Cactus e Piante Grasse: quali differenze ci sono?

Diciamo subito che usare i termini Cactus e Piante Grasse come sinonimi è sbagliato! E…

4 Novembre 2022

Come coltivare il Fico d’India in vaso

Per coltivare il Fico d’India in giardino è necessario un clima mite in inverno: ma…

28 Ottobre 2022

Come coltivare la Rodiola rosea

Possiamo coltivare la Rodiola rosea in giardino se stiamo cercando una pianta tappezzante poco esigente,…

27 Ottobre 2022