skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

MALATTIE E PARASSITI DELLE PIANTE GRASSE E DEI CACTUS

28 Apr 2017

12370

0
MALATTIE E PARASSITI DELLE PIANTE GRASSE


Malattie e parassiti possono colpire anche le piante grasse, che non richiedono molte cure di coltivazione ma devono essere regolarmente controllate per evitare che si ammalino e deperiscano in breve tempo. Osservate spesso i vostri cactus, meglio se con una lente d’ingrandimento, per riconoscere subito i segni di eventuali malattie e parassiti.

MALATTIE E PARASSITI DELLE PIANTE GRASSE: PARASSITA, FUNGO O FISIOPATIA?

Prima di agire occorre capire quale tipo di problema bisogna combattere: parassita, malattia fungina oppure fisiopatia, cioè il disagio derivante da una condizione ambientale non adatta.

La rapida sfioritura e la caduta dei boccioli, l’afflosciamento, il seccume sulle foglie e il fusto, sono tutte fisiopatie frequenti nei cactus. La colpa va ricercata nella posizione errata, nel clima inadatto o negli errori di manutenzione: troppa o poca acqua, temperatura non idonea, correnti d’aria, poca luce, troppo concime o carenza nutritiva. Informatevi sulle esigenze del vostro cactus e cercate quindi di rimediare alle condizioni inadatte.

I marciumi radicali e del colletto sono invece provocati da microscopici funghi parassiti, che si presentano in conseguenza a un eccesso di umidità e acqua stagnante nel sottovaso. Si può trattare con un anticrittogamico, utile anche per combattere septoriosi e antracnosi e altre malattie fungine che si presentano talvolta su alcuni tipi di succulente.

Il parassita più comune del Cactus è la cocciniglia, simile a una piccola conchiglia bianca e cotonosa. Facilmente riconoscibile, se notate questo parassita asportatelo con un pennellino o un batuffolo di cotone intinto in alcool e acqua in parti uguali. Usate un prodotto anticocciniglia per infestazioni estese e allontanate gli esemplari colpiti da quelli ancora sani, per evitare che vengano raggiunti.

Più raramente possiamo assistere a infestazioni di afidi, ragnetti rossi o larve di Lepidotteri, da combattere sia con asportazione manuale sia con antiparassitari, preferibilmente di natura biologica. Un caso particolare è quello delle formiche, che talvolta si annidano nei vasi causando danni indiretti alle radici; in questi casi conviene svasare la pianta per controllare se il formicaio è nel terriccio, trattando poi la pianta con un insetticida antiformiche.

ARTICOLI CORRELATI

CACTUS: UNA PIANTA QUASI AUTOSUFFICIENTE / Casa e Terrazzo

31 Jan 2015

7412

0

COME COLTIVARE I CACTUS / Casa e Terrazzo

03 Jan 2017

3603

0

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 10 commenti
    1. Buongiorno, può utilizzare Vitahl Polysect Ultra AL: è un insetticida sistemico e proteggerà per le piante per 3-4 settimane. Se segue il link trova le istruzioni per l’uso, le informazioni di sicurezza e un video. Se l’invasione è limitata oppure a titolo preventivo in autunno, può utilizzare Naturen Biopolysect un insetticida di origine naturale a base di olio di colza.
      Le consigliamo di leggere questo servizio dedicato alla cocciniglia sulle piante grasse e questo servizio sulla prevenzione degli attacchi di Cocconiglia da effettuare in autunno. Buon verde!

  1. Buonasera, ho notato nel terriccio del mio cactus degli insetti lunghi e sottili con molte zampette simil a millepiedi, molto veloci di colore marrone. Ho notato inoltre che la sua crescita si è arrestata. Mi sapreste consigliare qualche rimedio/ insetticida? Grazie.

  2. Buongiorno ho notato che ogni volta che rinvaso la mia pianta grassa continuano a marcire dal basso verso l’alto, pensavo fosse Cocciniglia, ma guardando meglio ho visto dei piccolo insetti rossi simil ragni dove dovrebbero spuntare le radici del cactus(sotto terra).
    Ho messo questo prodotto: “INSETTICIDA SISTEMICO PER PIANTE ORNAMENTALI “BASTINSECT” CONFEZIONE DA 20 BASTONCINI”.
    Ma non fa scappare questa tipologia di insetto.
    C’è qualche rimedio possibile?

    1. Buongiorno, ci sembra strano che i ragnetti rossi si nascondano sottoterra, inoltre gli insetti non causano quasi marciume dei tessuti. Al massimo possono creare delle micro-ferite da cui possono penetrare le spore delle malattie fungine. Per risolvere il problema le suggeriamo un trattamento con VHITAL PROTEZIONE TOTALE: un prodotto con attività insetticida, acaricida e fungicida. È disponibile nella versione tradizionale (link) e nella versione Bio (link). Seguendo i link potrà acquistare i prodotti e trovare maggiori informazioni sulle caratteristiche e le modalità d’uso. Buon verde!

  3. Aiuto! Ho un cereus bellissimo che è attaccato da insetti a forma di placchetta scura. Ho provato con insetticida per cocciniglia senza successo. Toglierli con alcol e batuffolo o tentare di asportarli con una micro-pinzetta lascia comunque ferite sulla pianta poiché si toglie anche la “pellicina” sottostante e quindi segni che diventano neri e non spariscono più.
    P.F. mi aiutate? Grazie di qualsiasi suggerimento.

    1. Buongiorno, dalla descrizione sembrerebbero Cocciniglie: alcune hanno uno scudetto ceroso che può essere chiaro o scuro. Quale insetticida ha usato? Ci sono insetticidi che agiscono per “contato e ingestione” (basta spruzzarli sugli insetti) e altri che hanno una azione “sistemica”. In pratica il prodotto penetra nella pianta, circola nella linfa e uccide le cocciniglie che la succhiano. Gli scudetti delle Cocciniglie adulte serve per proteggerle, anche dagli insetticidi. Le suggeriamo di provare con un insetticida sistemico come Polysect Ultra Al Anticocciniglia (link). Cliccando sul link può trovare ulteriori informazioni e le modalità d’uso e può anche acquistarlo. Buon verde!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin