skip to Main Content
immagini Concime naturen rose ed arbusti

NATUREN CONCIME ROSE E ARBUSTI /

Fuori di news

< Torna alla ricerca

COME COLTIVARE LA ZAMIOCULCAS: PER CHI E' A CACCIA DI VERDE

28 Dec 2014

15654

0
COLTIVARE LA ZAMIOCULCAS


La Zamioculcas zamiifolia (detta anche Zamia, ma non deve essere confusa con la Zamia furfuracea simile alla Cycas) è la piante perfetta per chi non ha il pollice verde, perchè è facilissima da coltivare e cresce molto velocemente. La Zamioculcas zamiifolia è una pianta semi-succulenta, proveniente della Tanzania, con lunghe fusti robusti composti da molte foglioline lanceolate, coriacee e di un verde lucido e brillante. I nuovi getti hanno una crescita rapida se l’ambiente è umido e luminoso. Ha una forte tendenza a produrre polloni, che si possono staccare per ottenere nuove piante.

COME COLTIVARE LA ZAMIOCULCAS

La Zamioculcas zamiifolia predilige esposizioni molto luminose, ma senza raggi solari diretti che rischiano di bruciare le foglie. Cresce comunque anche in punti meno luminosi, ma la crescita risulta rallentata. Venendo dalla Tanzania non soffre il caldo, ma teme il freddo: sotto gli 8° C la pianta deperisce e ciò la rende una perfetta pianta d’appartamento. Nei mesi più caldi potete anche spostarla in giardino o sul terrazzo, ma all’inizio dell’inverno deve essere riparata in un luogo più caldo: poiché la Zamia cresce molto velocemente, per vasi di grandi dimensioni è meglio adottare quelli con le ruote per facilitare questi spostamenti.

Per l’irrigazione ricordate che è una pianta semi-succulenta e quindi non necessita di molta acqua: nella maggior parte dei casi le cactacee e le succulente soffrono più per eccesso di acqua che per mancanza. Nei mesi più caldi, da aprile a settembre (ma ovviamente dipende se abitate a Brindisi o Aosta) innaffiatela ogni 6-12 giorni, in autunno e in inverno ogni 14-20 giorni, soltanto quando il terriccio è perfettamente asciutto. Non è necessario vaporizzare le foglie.

Come per tutte le piante coltivate in vaso, bisogna tener conto che le sostanze nutritive contenute nel pane di terra sono limitate: è quindi importante concimarla da aprile a settembre ogni 15 giorni con un fertilizzante per piante grasse da diluire nell’acqua d’irrigazione.

Gli steli della Zamioculcas continueranno a sbucare nel corso del tempo, fino a occupare tutto il vaso. In questi casi dovete provvedere a un rinvaso in un contenitore di maggiori dimensioni: sarà l’occasione per sostituire tutto il terriccio con un substrato specifico per piante grasse.

Se uno stelo dovesse diventare marroncino fino a seccarsi completamente, non preoccupatevi: fa parte del normale processo fisiologico di ricambio della pianta. limitatevi a recidere il ramo.

Durante il periodo invernale è utile pulire le foglie dalla polvere che inevitabilemente si sarà posata nel corso dell’anno: agite con un cotone inumidito e con delicatezza, poichè le foglie tendono a staccarsi facilmente.

Se siete giardinieri provetti, sappiate che la Zamioculcas si moltiplica facilmente per talea di foglia: basta immergerla in acqua dove radica rapidamente, per poi trasferita in un vasetto con terriccio misto a sabbia.

ARTICOLI CORRELATI

COME COLTIVARE I CACTUS / Casa e Terrazzo

03 Jan 2017

2047

0

CACTUS: UNA PIANTA QUASI AUTOSUFFICIENTE / Casa e Terrazzo

31 Jan 2015

4070

0

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

This Post Has 13 Comments
  1. La mia zamioculcas, posto nel pianerottolo davanti al mio appartamento, ha preso freddo e le sue foglie sono divenute color marrone. L’ho trasferita in casa in luogo luminoso, ho tolto le foglie e tagliato quasi alla radice i rami compromessi.
    Potranno crescerne di nuovi nei prossimi mesi?
    Grazie e cordialità.

  2. Gentile Mara, il posto migliore è dietro una finestra e al calduccio, finchè non arriverà l’estate quando potrà esporla anche all’aperto. E’ una semi-succulenta e in inverno vuole pochissima acqua: meno la tocca e meglio sta! 😉
    Comunque la Zamioculcas è una pianta davvero molto “robusta” e se il suo esemplare non è totalmente compromesso sicuramente “sparerà fuori” dei nuovi rami. In bocca la lupo!

    1. Buongiorno Marco, la fioritura della Zamioculcas non è un evento frequente, ma se la pianta è coltivata correttamente, soprattutto con la giusta dose di luce e di acqua, può fiorire anche in appartamento. Il fiore in effetti non è particolarmente “appariscente”, ma lo prenda come un segnale del fatto che la pianta è stata coltivata correttamente!

    1. Buongiorno Anna, se la pianta è sana e tende a emettere sempre nuovi rami è un ricambio assolutamente normale. Tagli tranquillamente i rami che tendono a seccare, con un forbice ben affilata e disinfettata: vedrà che favorirà la crescita nuovi e giovani rami.

  3. ho appena acquistato 3 stupendi vasi di Zamioculcas , li ho rinvasati in un unico grande vaso usando terriccio drenante. la tengo sino a Maggio dietro la grande finestra della loggia , ma riceve poca luce , sono a chiedere quanta acqua e concime devo usare. un saluto Mario

    1. Buongiorno, per l’irrigazione non esiste una regola fissa e dipende dalla grandezza del vaso e dal posizionamento della pianta: se il vaso è piccolo ed è posto al sole, è bene irrigare generosamente la pianta specialmente nelle giornate più calde. Al contrario un vaso grande all’ombra richiederà meno acqua. La Zamioculcas è una succulenta, le sue foglie carnose rappresentano già una riserva d’acqua e non richiede generalmente irrigazioni frequenti. In questo caso è davvero meglio un’irrigazione in meno, di una di troppo. Anche perchè la Zamioculcas si riprende facilmente dagli stress idrici: in caso di assenza d’acqua i rami tendono a raggrinzirsi e basta tornare ad annaffiarli per farli tornare come prima. Le consiglio quindi di toccare il terriccio e di bagnare la pianta solo quando è necessario, andando a diradare le irrigazioni nei mesi più freddi. Attenzione invece ai ristagni d’acqua nel sottovaso, mal tollerati da questa pianta.
      La concimazione si effettua in primavera e in estate. Può diluire un fertilizzante liquido per piante verdi nell’acqua dell’irrigazione una volta al mese, oppure distribuire sul terreno all’inizio della primavera un concime granulare per piante verdi.
      Infine le ricordo che la Zamioculcas non richiede tanta luce e anzi non ama il sole diretto. Complimenti per la scelta: la Zamioculcas è facile da coltivare e quando cresce diventa una pianta sempreverde davvero spettacolare.

    1. Buongiorno, la Zamioculcas non andrebbe mai potata, men che meno i rami più grandi. Si potano soltanto i rami che periodicamente tendono a seccare. Se il ramo incurvato non le piace può sostenerlo con un tutore, per esempio un bambù. Ma la Zamioculcas è bella anche con le foglie ripiegate! 🙂 Buon verde!

  4. Buonasera, la mia Zamioculcas che ho da dicembre scorso, ha emessi tanti nuovi rami anche molto lunghi ma di color verde molto chiaro e alcune nuove punte di questi con foglie diventano marroncini…..
    Non capisco se è dovuto alla poca o troppa acqua o al fatto che non gli ho mai dato il fertilizzante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Facebook Twitter Instagram Linkedin