skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

LA VIOLA DEL PENSIERO: UN SIMBOLO D'AMORE

01 Jan 2016

4966

2



La Viola del pensiero, o Viola tricolor, è una bellissima pianta da fiore, conosciuta in tutto il mondo come simbolo di amore profondo, poichè secondo la leggenda una freccia di Cupido cadde su questo fiore.

Solitamente utilizzata come stagionale, vanta numerosi ibridi di infinite sfumature, dal classico violetto fino al rosso, al giallo o al porpora-nero. La gamma dei colori e le tipologie di Viola del pensiero sono vastissime, rendendola perfetta per arredare aiuole e bordure in giardino, oppure nelle varietà ricadenti, all’interno di panieri appesi, cassette o ciotole basse con altre piante stagionali.

VIOLA DEL PENSIERO: CONSIGLI PER LA COLTIVAZIONE

La Viola del pensiero fiorisce dall’autunno alla fine della primavera ed è la pianta perfetta per arredare terrazze e giardini invernali, grazie alla sua lunga e colorata fioritura. In genere questa pianta non ama il caldo secco, ma predilige zone fresche e leggermente in ombra, tollerando il gelo e le temperature intorno ai 10° C.

In inverno, se il clima è molto rigido, si può sistemare la pianta in vaso al sole o in una zona fresca della casa, mentre in primavera è meglio posizionarla in un luogo ombreggiato aspettando che la pianta sfiorisca.

Il periodo ideale per piantare la Viola del pensiero è settembre o febbraio-marzo, rinvasandola con del terriccio per piante fiorite in un contenitore basso di dimensioni contenute, in quanto l’apparato radicale tende a svilupparsi poco. Nelle aiuole, è consigliabile lasciare una buona distanza tra una pianta e l’altra, per favorire l’arieggiamento radicale ed evitare ristagni e lo sviluppo di eventuali malattie.

Le irrigazioni devono essere regolari ma senza esagerare, al fine di lasciare sempre il terriccio un po’ umido ma mai zuppo. E’ importante evitare ristagni idrici che favoriscono i marciumi radicali: se viene coltivata in vaso ricordatevi di svuotare il sottovaso dopo l’irrigazione.

Le piante coltivate in piena terra non necessitano di particolari cure e resistono bene sia alla pioggia sia alla neve, mentre per avere una fioritura più abbondante, conviene nutrire la pianta ogni 15 giorni con del concime liquido per piante fiorite. Usate un fertilizzante biologico se desiderate utilizzate i fiori come decorazione commestibile di gelati o insalate.

Asportando i fiori appassiti favoriremo l’emissione di nuovi boccioli.

ARTICOLI CORRELATI

IDEE PER IL TERRAZZO IN PRIMAVERA: RIEMPIAMO DI FIORI I NOSTRI BALCONI / Casa e Terrazzo

17 Mar 2017

3340

2

COME CREARE UNA AIUOLA FIORITA / Giardino e Prato

28 Feb 2017

8536

1

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 2 commenti
  1. Buongiorno,
    Grazie per il vostro bel sito ricco di informazioni.
    Che voi sappiate, la viola del pensiero è pericolosa per i gatti?
    Posso suggerirvi, a tal proposito, un articolo in merito? È un argomento che potrebbe interessare molti altri lettori 🙂

    Grazie, comunque, per il vostro lavoro!
    Giulia

    1. Grazie Giulia per i complimenti!
      No, la viola del pensiero non è pericolosa per i gatti. Bella l’idea di scrivere una notizia dedicata alle piante pericolose per cani e gatti! Seguiremo il tuo consiglio, continua a seguirci! Per essere informata tempestivamente puoi seguirci anche su Facebook: clicca qui!
      Buon verde!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin