skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

COMPOSTAGGIO DOMESTICO: COME INIZIARE

06 Jan 2017

2503

0
compostaggio domestico


Il compostaggio domestico è la pratica che prevede il riciclaggio dei resti organici, principalmente di origine vegetale, che a opera di batteri invisibili si trasformano in terriccio fertile di ottima qualità. Naturale ed ecologico, il compost si può utilizzare in giardino e sul terrazzo, perfino nell’orto.

COMPOSTAGGIO DOMESTICO: IL CUMULO

L’operazione comporta la realizzazione di un cumulo di compostaggio con l’impiego di un contenitore apposito, la compostiera. L’uso della compostiera è il sistema più pratico perchè si presta a essere collocata anche in piccoli giardini e terrazzi e agevola il processo di decomposizione.

Compostare è utile sia per garantire la fertilità del suolo sia per ridurre il proprio quantitativo di rifiuti che altrimenti andrebbe in discarica: perchè gettare rametti, foglie fresche e secche, erba, fiori, resti di frutta e verdura della cucina e molti altri materiali se possono essere riciclati nel compost?

COME INIZIARE

Per iniziare scegliete per la compostiera un luogo riparato dal vento, nei pressi dell’abitazione, possibilmente con sole alla mattina e nel tardo pomeriggio. La posizione ideale può essere sotto un albero che crei un’ombra leggera, poggiato direttamente sulla terra, evitando cemento e lastre di pietra che non consentirebbero la penetrazione di insetti e lombrichi presenti nel suolo.

Accumulate detriti per il compostaggio senza esagerare, fino a un’altezza massima di 80 cm, per garantire una circolazione ottimale dell’ossigeno.

Per facilitare il processo di decomposizione, esistono appositi prodotti in commercio chiamati acceleratori di compostaggio, da aggiungere nelle compostiera insieme ai rifiuti. Insieme all’acceleratore di compostaggio, possiamo procurarci anche un biotrituratore per ridurre i rifiuti organici in pezzi più piccoli.

I materiali adatti da inserire nella compostiera sono: erba, frutta e verdure, foglie fresche e secche, gusci d’uovo, fondi di caffé e bustine o fondi di tè.

Al fine di ottenere un ottimo compost separate i rami dai resti morbidi e terrosi delle piante e triturate i rifiuti organici. Dopo aver sistemato uno strato di rami spezzati, mischiate materiali grossi e fini per accelerare il processo di trasformazione.

 

ARTICOLI CORRELATI

COME SCEGLIERE IL CONCIME / Casa e Terrazzo - Giardino e Prato - Orto e Frutteto

18 Nov 2016

3100

0

COME PIANTARE UN ARBUSTO IN GIARDINO / Giardino e Prato

26 May 2017

1837

1

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin