skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

COME SI COLTIVA IL CROTON

19 Jun 2015

8765

0
come si coltiva il croton


Il Croton (Codiaeum variegatum) è una pianta d’appartamento caratterizzata da foglie ornamentali molto colorate e da una bassa manutenzione. Originaria della Malesia, è una pianta tropicale e le sue foglie, molto colorate, hanno la caratteristica di essere verdi da giovani per poi virane al rosso, all’arancio, al giallo o al viola, spesso con venature e maculature che ne esaltano l’aspetto decorativo di questa pianta. Fa parte delle Euforbiacee, che comprende varietà molto diverse fra loro, fra cui davvero possiamo sbizzarrirci con i colori.

COME SI COLTIVA IL CROTON

Collocate il vaso in una posizione luminosa ma senza sole diretto: per esempio dietro una finestra ma schermata da una tenda leggera. Quanto più sarà intensa l’illuminazione, tanto più saranno vivaci i colori delle foglie.

E’ una pianta tropicale, per cui cresce bene in temperature superiori ai 18°C e non sopporta temperature inferiori ai 13°C. Perciò il Croton è una pianta d’appartamento: in inverno, prima che la temperatura scenda sotto i 15°C, portate al riparo in casa e state attenti alle correnti d’aria gelida, che sono molto dannose per questo tipo di pianta. Il Croton è molto resistente, ma ha alcuni punti deboli: perde le foglie in caso di sbalzi di temperatura (che invece deve essere costante), se fa troppo caldo secco e se è esposto a correnti d’aria gelide.

Il terriccio deve essere mantenuto umido, ma è bene non esagerare con le irrigazioni perchè i ristagni d’acqua nel sottovaso sono dannosi per le radici. Quindi: o irrigate meno o svuotate il sottovaso dopo l’irrigazione. Sempre per questa ragione è sempre bene stendere uno strato di argilla espansa in fondo al vaso, prima del trapianto: per facilitare il drenaggio dell’acqua ed evitarne il contatto diretto delle radici.

E’ invece buona abitudine vaporizzare le foglie con acqua, per mantenere un grado di umidità costante. Sarebbe meglio utilizzare acqua a temperatura ambiente, non clorata né calcarea: l’ideale è l’acqua piovana, ma potete anche usare l’acqua del rubinetto, avendo cura di lasciarla decantare per una notte.

Va fertilizzata in estate, aggiungendo all’acqua per irrigazione un concime liquido specifico per piante verdi, una volta ogni circa 15 giorni.

Si rinvasa ogni due anni, tra aprile e maggio, o quando la pianta lo richiede e le radici sono troppo fitte.

ARTICOLI CORRELATI

COLTIVARE LE PIANTE IN CASA: 7 CONSIGLI UTILI / Casa e Terrazzo

21 Oct 2016

2779

1

LE PIANTE FILTRANO L’ARIA DAGLI INQUINANTI INDOOR / Casa e Terrazzo

11 Nov 2016

3280

1

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin