skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

Come scegliere le piante per un giardino notturno

02 Feb 2021

217

0
piante per un giardino notturno


Le piante per un giardino notturno vanno scelte con attenzione se vogliamo stupire i nostri amici quando li ospiteremo per cene e feste serali. Per apprezzare maggiormente lo spazio esterno nelle ore notturne, è infatti fondamentale scegliere fiori dalle tonalità chiare e quindi visibili al buio.

Tra queste suggeriamo i Gigli, le Dalie, i Gladioli, la Verbena e le Petunie bianche.

Anche il fogliame argentato si adatta perfettamente, come nel caso dell’Artemisia, della Santolina, della Cineraria e dell’Elicriso. Quest’ultimo in particolare è caratterizzato da una fragranza straordinaria.

L’Aucuba, dal fogliame lucido e variegato, e il Pittosforo, coi suoi fiori profumatissimi, sono ottimi arbusti per un terrazzo da vivere di sera, così come il Gelsomino vero (Jasminum officina) o falso (Rynchospermum jasminoides).

Una pianta molto particolare, immancabile nel giardino d’inverno, è la bellissima Ipomea notturna (Ipomea alba), caratterizzata da una fioritura bianca che si dischiude proprio sotto la luna. Un’altra pianta che fiorisce nelle ore serali è la Bella di Notte (Mirabilis jalapa): i suoi fiori sono anche molto profumati.

Da posizionare intorno alla zona-salotto frequentata nelle ore notturne sono ideali piante come la Lavanda e altre erbe aromatiche: basterà sfiorarle nel buio per sentirne il piacevole profumo.

In un giardino notturno non possono mancare i sistemi illuminanti, al fine di completare e dare risalto alle composizioni floreali. Meglio scegliere una luce soffusa o rivolta verso soggetti vegetali dalla forma particolare e dedicare una luce più intensa alla zona in cui si cucina e al barbecue. Sulla tavola basteranno tante candele per creare una suggestione che verrà ricordata con nostalgia nelle sere d’inverno.

PIANTE PER UN GIARDINO NOTTURNO: CONSIGLI DI COLTIVAZIONE

Il nostro giardino presenta una varietà di piante molto diverse tra loro; alcune come il Gelsomino hanno bisogno di ampi vasi e un supporto su cui arrampicarsi mentre altre più piccole, possono essere disposte in cassette al fine di creare eleganti composizioni. Per esempio le Dalie, la Cineraria e l’Elicriso possono essere sistemati insieme, stessa cosa per la Verbena e le Petunie.

In generale sono tutte piante che resistono bene all’aperto e non necessitano di particolari accorgimenti tranne un corretto ciclo di concimazione. In base al tempo che possiamo dedicare alla cura del giardino, possiamo scegliere tra un fertilizzante liquido da miscelare ogni 15 giorni nell’acqua per l’irrigazione, un concime in bastoncini da infilare nel substrato ogni 2 mesi, un fertilizzante granulare a lenta cessione da distribuire sul terreno ogni 4 mesi oppure un concime a cessione programmata che dura fino a 6 mesi. L’importante è non lasciare mai senza nutrimenti le nostre amate piantine!

Visto il numero elevato di piante, è consigliabile sistemare un sistema di irrigazione a goccia all’interno dei vasi, in modo da regolare le irrigazioni e garantire sempre il giusto livello di umidità.

ARTICOLI CORRELATI

6 rampicanti per il terrazzo da non perdere / Casa e Terrazzo

19 Sep 2019

2087

0

10 piante per un inverno colorato: in casa e sul terrazzo / Casa e Terrazzo

04 Dec 2020

358

0

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin