skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

Come eliminare Topi e Ratti dal giardino e dalle aree esterne della casa

11 Oct 2018

1028

0
eliminare Topi


Eliminare Topi e Ratti dal giardino e dalle aree al di fuori dell’appartamento può risultare necessario: per esempio se i roditori hanno preso residenza nel nostro box, nelle cantine o nella rimessa degli attrezzi in giardino.

ELIMINARE TOPI E RATTI DAL GIARDINO: LE TRAPPOLE

Nelle aree esterne e semplicemente poco frequentate, come cantine o solai, può capire di accorgersi della presenza di roditori troppo tardi. Per prevenire e risolvere il problema dei roditori in cantine, box o giardini, possiamo utilizzare una trappola meccanica oppure una trappola a cattura protetta.

Esistono trappole meccanica per ratti, molto più grandi e resistenti delle mini-trappole che si usano in casa per i topi domestici. La trappola blocca e uccide il roditore ed è molto semplice da attivare, sia a mano sia a pedale. Il contenitore dell’esca risulta protetto all’interno e rimovibile. È sufficiente collocare la trappola nei luoghi dove i roditori di solito transitano o nelle vicinanze del loro nido o di fonti di cibo.

Il modo migliore per monitorare e debellare la presenza di roditori negli spazi al di fuori della casa, prevede l’impiego di trappole a cattura protetta. Si tratta di trappole composte da un contenitore a prova di manomissione, al cui interno dovremo posizionare un’esca. Catturano il topo mantenendolo all’interno del contenitore e completamente nascosto alla vista: lo smaltimento nei rifiuti domestici è semplice e no-touch.

Per un uso in esterno, non usiamo le esche non protette poiché potrebbero essere ingoiate da altri animali oppure dilavarsi nell’ambiente.

È sufficiente collocare la trappola lungo le vie di passaggio o nelle vicinanze della tana dei Topi o di fonti di cibo.

LE ESCHE RODENTICIDE: COME SI SCELGONO E COME SI USANO

Le esche a base di rodenticidi sono disponibili in vari formati, a seconda delle diverse esigenze di utilizzo. Troviamo quindi esche in pasta, in grani e in blocchi.

L’esca rodenticida in pasta colpisce soprattutto i Topi domestici e il Ratto grigio ed è quindi più adatta per un uso in interno.

All’esterno possiamo utilizzare esche in grani, particolarmente adatte ai roditori abituati ai cereali, per esempio nei luoghi dove c’è disponibilità di granaglie. È molto appetibile per il Topo domestico (Mus musculus), il Ratto grigio (Rattus norvegicus) e il Ratto nero (Rattus rattus).

In alternativa possiamo usare le esche in blocchi: consiste in un blocco paraffinato appetibile a base di sostanze zuccherine e ingredienti alimentari che lo rendono piacevole al gusto per il Topo domestico e il Ratto grigio. La consistenza “rigida” del blocco soddisfa la naturale esigenza dei roditori di rosicchiare e la paraffina lo rende particolarmente indicato per ambienti e zone umide.

L’esca è pronta all’uso ed è efficace anche dopo una singola ingestione. Inoltre non allerta e non genera sospetti negli altri componenti della popolazione di roditori: l’ingestione di una quantità sufficiente causa la morte di ogni roditore nel volgere di qualche giorno, senza creare allarme negli altri componenti della colonia.

In tutti i casi, le esche vanno utilizzate esclusivamente in contenitore per esche a prova di manomissione e debitamente marcati. Devono essere protette dagli agenti atmosferici e dall’ingestione di altri animali.

Tutte le esche contengono sostanze amaricanti per prevenire l’ingestione accidentale da parte dei bambini.

Per un utilizzo in cantine o magazzini, è sufficiente posizionare 10-20 esche in blocchi paraffinati pronti all’uso per contenitore. Laddove dovessero essere necessari più contenitori, posizionarli a una distanza di circa 5-10 metri l’uno dall’altro e comunque a una distanza non inferiore ai 5 metri.

Per un uso all’esterno e intorno agli edifici, dobbiamo posizionare i contenitori con le esche in aree non soggette ad allagamenti: in caso di contatto con l’acqua dovremo sostituire l’esca.

I contenitori con le esche vanno controllati periodicamente: almeno ogni 2-3 giorni all’inizio del primo trattamento e almeno settimanalmente in seguito. L’obiettivo è di controllare se l’esca è accettata (se necessario reintegrarla), se i contenitori sono integri e per rimuovere i corpi dei roditori catturati.

Prima dell’uso, leggere e seguire le istruzioni indicate sul prodotto, così come le informazioni fornite dal punto vendita all’atto dell’acquisto.

PER I LUOGHI INACCESSIBILI

Se dobbiamo agire in posti difficili da raggiungere o dove non è possibile usare delle esche topicide, possiamo creare una trappola con una colla per topi. Sarà sufficiente creare dei supporti, su cui spalmeremo la colla e fisseremo al terreno in prossimità delle abituali vie di passaggio dei topi.

La colla ha un elevato potere incollante e resiste alle intemperie.

SCOPRI COME RICONOSCERE LE VARIE SPECIE DI RODITORI

SCOPRI COME ELIMINARE I TOPI DALLA CASA

ARTICOLI CORRELATI

Topi in casa: perchè sono pericolosi e come riconoscerli / Casa e Terrazzo - Giardino e Prato

11 Oct 2018

785

0

Come eliminare i topi dalla casa / Casa e Terrazzo

11 Oct 2018

394

0

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin