skip to Main Content

NATUREN® CONCIME GRANULARE UNIVERSALE /

Fuori di news

Fuori di news

< Torna alla ricerca

Come curare il Mal Secco su Agrumi e Limoni

11 May 2018

3848

0
Come curare il Mal Secco su Agrumi e Limoni


Intervenire tempestivamente per curare il Mal Secco è importante per evitare la perdita della pianta. Con il termine Mal Secco si allude a una malattia provocata dal fungo Phoma tracheipila, famigerato nell’ambiente del giardinaggio come minaccia per i tronchi degli alberi di Agrumi. Ne esistono però anche varianti che colpiscono altre piante, come Noci e Albicocchi. Ma colpisce soprattutto gli Agrumi e in particolare il Limone.

Il fungo del Mal Secco attacca i tronchi delle piante per arrivare ai canali linfatici e nutrirsi del liquido vitale delle piante, quindi si moltiplica fino a indebolire la pianta. Inizialmente possiamo notare sulla pianta una clorosi delle foglie o dei rami improvvisamente spogli anche in un periodo di fronde piene. I rami cominciano a seccarsi dalla parte apicale per poi procedere verso il basso, fino al disseccamento completo della pianta.

Nato nel terreno, il fungo del Mal Secco può penetrare nella pianta attraverso le radici o una lesione del tronco, che all’esterno si rivela coperto di muffe e all’interno assume un colorito arancione. Una volta che il ramo si spacca, le spore vengono trasportate dal vento per infettare altri alberi, spesso nei mesi autunnali, quando il clima fresco e umido è favorevole alla loro proliferazione.

Il tempo che impiega il Mal Secco per indebolire la pianta fino a seccarla completamente può essere di pochi mesi se vengono attaccate le radici, permettendo al fungo di estendersi per tutta la sua base e togliere la linfa a tutta la pianta, o anche diversi anni se viene attaccato un ramo o un tronco, e quindi il fungo impiegherà più tempo a diventare un pericolo mortale.

Come curare il Mal Secco su Agrumi e Limoni

CURARE IL MAL SECCO: COME FARE

La prima precauzione da adottare contro il Mal Secco è drenare il terreno delle piante sensibili, non lasciare ristagni d’acqua e terreni troppo umidi. Una volta individuato qualche sintomo, è necessario tagliare e bruciare i rami infetti.

Nel caso di un’infestazione diffusa, la cura migliore è un ciclo di trattamenti con un fungicida rameico una volta al mese, da fine autunno all’inizio della primavera

ARTICOLI CORRELATI

COME ELIMINARE LA COCCINIGLIA DAGLI AGRUMI / Orto e Frutteto

27 Dec 2014

3529

0

IL KUMQUAT: IL MANDARINO CHE VIENE DAL GIAPPONE / Orto e Frutteto

10 Jul 2015

5784

0

MAL SECCO / Orto e Frutteto

Intervenire tempestivamente per curare il Mal Secco è importante...

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Facebook Twitter Instagram Youtube