skip to Main Content

NATUREN CONCIME PER FRUTTI /

Fuori di news

< Torna alla ricerca

Come coltivare la Asparagina in vaso sul terrazzo

05 Mar 2019

162

0
coltivare la Asparagina


Coltivare la Asparagina (Asparagus) è utile per donare un po’ di verde ai nostri terrazzi, poiché è una pianta sempreverde e molto resistente. Facilmente riconoscibile per le nuvole di rametti verde chiaro, la Asparagina, parente minore della verdura dal sapore delicato, produce delle brevi fioriture in primavera, con piccolissimi fiorellini dai colori tenui e profumati.

Le piccolissime foglie di colore verde chiaro in realtà sono rami appiattiti, chiamati cladodi. Le vere foglie sono le piccole squame o spine che troviamo sul fusto principale, dette fillodi. Inoltre tutti gli Asparagus sono specie dioiche, cioè portano fiori maschili e femminili su piante diverse.

La Asparagina è reperibile in più di 300 spesie: le più diffuse sono l’Asparagus sprengeri con piccoli fiori rosa chiaro, l’Asparagus densiflorus che forma “cuscini” di foglie  molto decorativi e l’Asparagus plumosus,

COLTIVARE LA ASPARAGINA: ATTENZIONE ALL’IRRIGAZIONE

L’ambiente ideale per coltivare la Asparagina è un angolo luminoso ma riparato dalla luce diretta del sole, con una temperatura moderata dai 15 ai 7°C, ben arieggiato in primavera e in estate. Cresce bene anche in ombra, ma la produzione di fiori risulterà molto limitata.

Poiché non resiste a temperature troppo basse, è consigliabile la coltivazione in vaso che in inverno andrà protetto in una serra o portato in casa.

Il periodo migliore per mettere a dimora la nostra Asparagina è l’inizio della primavera, per darle modo di espandere i rizomi in un terriccio specifico per piante verdi. Sul fondo del vaso stendiamo uno strato di argilla espansa per migliorare il drenaggio, poiché questa pianta teme i ristagni d’acqua e i marciumi radicali.

Il terreno ideale dell’Asparagina dev’essere sempre leggermente umido e per questo, nei mesi estivi, la pianta dev’essere annaffiata ogni due giorni, avendo cura di eliminare l’acqua in eccesso nel sottovaso per evitare ristagni pericolosi. Nei mesi autunnali e invernali, si deve diminuire la frequenza, distribuendo acqua ogni due settimane. È consigliabile usare un’acqua demineralizzata o piovana per evitare un eccesso di calcare nel terreno.

La concimazione va eseguita ogni due settimane tra la primavera e l’estate con un concime liquido per piante verdi, da somministrare con l’acqua durante le annaffiature. In autunno possiamo arricchire il terriccio con un concime a lenta cessione.

I rizomi della pianta si espandono rapidamente ed è importante accorgersi per tempo di quando la pianta ha bisogno di essere rinvasata in un contenitore più grande per favorirne la crescita. Il rinvaso si effettua all’inizio della primavera.

L’Asparagina non richiede potature, se non la rimozione occasionale di parti rinsecchite o danneggiate. Le parti verdi possono essere un piatto ghiotto per Cocciniglie e Ragni Rossi, che devono essere combattuti con prodotti specifici.

ARTICOLI CORRELATI

QUALI PIANTE PER IL BALCONE IN ESTATE? / Casa e Terrazzo

01 Jul 2016

3760

2

QUALI PIANTE PER I TERRAZZI ALL'OMBRA? / Casa e Terrazzo

13 Sep 2016

5738

2

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Youtube