Giardino e Prato

Come coltivare il Pennisetum: le graminacee in giardino

Se stiamo cercando delle piante per il giardino che non richiedono grandi cure possiamo coltivare il Pennisetum o altre piante graminacee.

Il Penniseto (Pennisetum) è una graminacea ornamentale perenne caratterizzata dalle sue spighe sinuose e molto visibili. Forma un cespuglio che può raggiungere un metro d’altezza, composto da tante foglie strette di colore verde scuro. Fiorisce dalla fine dell’estate fino a ottobre dando vita a infiorescenze piumose di colore chiaro. I fiori ricadono con la punta verso il basso dando vita alla forma a “fontana”, tipica di questa pianta. Alcune varietà hanno un colore che vira sul viola o sul bianco.

Di solito di coltiva in gruppi per sfruttare l’effetto scenografico delle spighe piumate che danzano scosse dal vento. È adatto anche per giardini rocciosi e al mare e può essere coltivato anche in vaso.

Dove coltivare il Pennisetum

Scegliamo una posizione soleggiata, ma il Penniseto cresce bene anche in mezz’ombra. Tollera il freddo fino a -5°C e può essere coltivato all’aperto in quasi tutta Italia.

Come piantare il Pennisetum

Scaviamo le buche in giardino, mantenendo una distanza di circa 1 metro tra ogni pianta. Le buche dovranno essere grandi e profondo il doppio rispetto al vaso in cui sono contenute le piante acquistate.

Sul fondo della buca distribuiamo una dose di fertilizzante organico, come lo stallatico pellettato, o un fertilizzante granulare a lenta cessione. Questa concimazione sarà sufficiente per tutta la stagione e in seguito la ripeteremo all’inizio dell’autunno e alla fine della primavera.

Come irrigare il Pennisetum

È una pianta poco esigente anche in fatto di acqua e le piante adulte si accontentano dell’acqua piovana e cercano nel sottosuolo l’umidità. Dovremo intervenire solo in estate e in caso di lunghi periodi di siccità.

Nel primo anno dopo la messa a dimora dovremo però avere maggiori attenzioni. Le radici non si sono ancora formate e dovremo fornire regolarmente l’acqua in modo da mantenere sempre umido il terreno.

Come curare il Pennisetum in inverno

Se viviamo in un clima caldo non avremo problemi e le piante si riprodurranno spontaneamente. In caso climi più freddi dovremo prevedere uno strato di pacciamatura di 10/15 cm ai piedi delle piante, realizzato con paglia o corteccia. In primavera la rimuoveremo. Se coltiviamo il Pennisetum in vaso possiamo spostarlo in una serra fredda in inverno.

Quando tornerà il caldo, all’inizio della primavera, dovremo potare le piante fino a circa 15 cm di altezza. In questo modo stimoleremo la produzione di nuove foglie.

 

POTREBBE INTERESSARTI

Condividi
Tag: Pennisetum

Articoli recenti

Come coltivare la Salicornia

Se abbiamo un giardino al mare possiamo coltivare facilmente la Salicornia detta anche Asparago di…

22 Luglio 2022

Come coltivare il Rhodanthemum hosmariense in vaso: la Margherita marocchina

Coltivare il Rhodanthemum hosmariense in vaso sul terrazzo significa avere una lunghissima fioritura dalla primavera…

22 Luglio 2022

10 piante per un giardino al mare

Scegliere le piante per un giardino al mare richiede una certa attenzione poiché non tutte…

22 Luglio 2022

Come coltivare la Bardana maggiore – Arctium lappa

Possiamo coltivare la Bardana maggiore sia per motivi ornamentali sia per utilizzare le sue foglie…

22 Luglio 2022

Come coltivare la Xanthosoma

Se state cercando una pianta d’appartamento con foglie dall’effetto “wow” vi suggeriamo di coltivare la…

22 Luglio 2022

Come coltivare le Bletille: le Orchidee che vivono nella terra e all’esterno

Possiamo coltivare le Bletille se amiamo i fiori delle Orchidee ma desideriamo una pianta più…

22 Luglio 2022