skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

Come coltivare il Mais ornamentale o da pop corn!

13 May 2022

266

0
coltivare il Mais


Possiamo scegliere di coltivare il Mais sia per motivi ornamentali scegliendo le varietà multicolori, sia per i suoi gustosi chicchi scegliendo gli ibridi da tavola.

Il Mais (Zea Mais) è disponibile in differenti varietà ed ibridi. Il Mais dolce da tavola si usa per le insalate oppure alla brace e si raccoglie ancora immaturo affinché i chicchi rimangano turgidi e saporiti. Il Mais per pop corn invece si lascia seccare sulla pianta finchè i chicchi non saranno scuri e secchi. Dopo il raccolto i chicchi vanno lasciati asciugare in un posto caldo e ventilato prima di diventare deliziosi pop corn.

Infine il Mais ornamentale dà luogo a pannocchie con chicchi multicolori, molto decorativi e utilizzati nelle composizioni di fiori freschi o secchi.

Dove coltivare il Mais

La temperatura ideale per la coltivazione del Mais è intorno ai 20°C, ma tollera il caldo fino a 30°C e il freddo fino a 8°C. Scegliamo quindi una posizione soleggiata per ottenere un raccolto più generoso.

Le piante si seminano quando le temperature minime superano regolarmente i 10°C. Germogliano intorno ai 12°C, fioriscono a 18°C e fruttificano quando il termometro supera i 20°C.

Come coltivare il Mais

In funzione delle temperature appena elencate, indicativamente il Mais si semina tra aprile e maggio. I frutti maturano dopo circa 70 giorni quindi la raccolta si effettua da agosto a ottobre.

Prima della semina dovremo preparare il letto di semina. Lavoriamo il terreno in modo da rendere la terra morbida e soffice e togliamo sassi e tracce di erbe infestanti. In questa fase possiamo concimare il terreno con un fertilizzante naturale, come lo stallatico pellettato o un concime granulare per orto, integrandoli nel suolo con un rastrello.

Cerchiamo di mantenere una distanza di circa 30 cm tra ogni piantina. Il Mais cresce molto in altezza, superando anche i 2 metri, ma non occupa molto spazio in larghezza. Se dovessero crescere germogli troppi vicini, quando avranno 3-4 foglie possiamo diradarli.

Come rincalzare e sarchiare il Mais

Nel corso dei 70 giorni di sviluppo della pianta dovremo prevedere una serie di interventi, volti a ripristinare le condizioni ottimali di crescita della pianta.

Anzitutto dovremo rincalzare le piante. Si tratta di spostare il terreno ai piedi delle piante realizzando un piccolo scavo tra le file. Così facendo limiteremo lo sviluppo delle piante infestanti e miglioreremo il drenaggio dell’acqua.

La seconda operazione è la sarchiatura, cioè la rimozione di tutte le erbe infestanti che tolgono acqua e nutrienti al nostro Mais. Per limitare le operazioni di sarchiatura, possiamo utilizzare uno strato di pacciamatura ai piedi delle piante.

La terza operazione prevede la potatura dei getti secondari che si svilupperanno nel corso del tempo. Tolgono risorse alle pannocchie e le foglie verdi che partono dalla base vanno tagliate, in modo che rimanga solo il fusto principale.

Come irrigare il Mais

Durante il periodo vegetativo è importante che il terreno risulti sempre inumidito. Non esageriamo per evitare i pericolosi ristagni d’acqua.

Oltre a controllare lo sviluppo delle infestanti, uno strato di pacciamatura è utile anche per trattenere l’umidità e ridurre l’evaporazione dell’acqua. Stendiamo la pacciamatura dopo aver sarchiato e rincalzato le piante.

ARTICOLI CORRELATI

La consociazione degli ortaggi nell’orto: come e perchè / Orto e Frutteto

29 Jan 2019

8965

0

Come coltivare i Fagioli: selezione, semina, cure, raccolta e nemici naturali / Orto e Frutteto

21 Apr 2020

1866

0

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin