skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

CIPRESSO DI LEYLAND: IDEALE PER LE SIEPI

11 Sep 2015

26337

2
Cipresso di Leyland


Il Cipresso di Leyland è una conifera sempreverde, con portamento eretto e colonnare, dal fogliame compatto a forma triangolare. Di questa pianta esistono varietà con fogliame più o meno denso e colori diversi, con i quali si possono formare veri e propri muri verdi. Tra le più note varietà di Cipresso di Leyland ci sono la Haggerston Grey con piccole foglie verde-grigio scuro, la Leighton Green dotata di fronde piatte, triangolari e frastagliate ottime per formare siepi e la Gold Rider, dal fogliame di colore giallo oro.

Da utilizzare come pianta singola in grandi vasi o per creare siepi alte e impenetrabili, questo Cipresso ibrido supera facilmente i 6 metri di altezza. Vigoroso e rustico, tollera potature ripetute e la struttura compatta si rivela ideale per formare siepi geometriche.

CIPRESSO DI LEYLAND: GUIDA ALLA COLTIVAZIONE

Il Cipresso di Leyland è una delle conifere più diffuse, grazie alla sua adattabilità e alla velocità di crescita e al suo bellissimo fogliame ornamentale, inoltre è molto rustico e tollera sia lunghi periodi di siccità sia il freddo sotto i -20° C, sia lo smog cittadino.

Gli esemplari in giardino, infatti, sono praticamente autosufficienti, e necessitano di poche innaffiature, solo nei periodi di forte siccità. Diverso è il caso per i Cipressi  di Leyland coltivati in vaso, che devono essere bagnati con regolarità, in un terreno bene drenato per evitare i ristagni idrici.

Possono essere interrati al sole o a mezz’ombra, a distanza di almeno 60 cm l’uno dall’altro per evitare di creare competizione tra le radici.

In primavera e in autunno è consigliabile somministrare del concime organico, soprattutto nei terreni poveri, mentre la potatura delle siepi deve avvenire verso fine inverno e in luglio-agosto, per mantenerne la forma.

ARTICOLI CORRELATI

ELEAGNO: UN'OTTIMA SOLUZIONE PER LE SIEPI / Giardino e Prato

19 Apr 2016

5182

1

ABELIA: PER CHI PREFERISCE LE SIEPI FIORITE / Giardino e Prato

13 May 2016

3254

1

DISSECCAMENTO RAMETTI CONIFERE / Giardino e Prato

Il Cipresso di Leyland è una conifera sempreverde, con portament...

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 62 commenti
  1. Buongiorno,sono un giardiniere per.agr. ,ho avuto una commissione di potare una sieoe di cipresso di Leyland trascurata.Piante n.74 disposte a rettangolo regolare.Il taglio presumo in h. di 1,00mt.c.ca per portarla a mt.5,00 ,mentre la profondità attuale è d c.ca 1,30 da portare a 0,90 c.ca.Ho attrezzi adeguati per l’opera.Il trasporto del verde è a metà tra i proprietari e il sottoscritto.Attendo cortese risposta del costo da chiedere con buon senso.Grazie.Saluti.Michele Affatato.

  2. SALVE,
    SONO SALVO E SONO UN APPASSIONATO DI GIARDINAGGIO, ANCHE SE SONO GIOVANE, MA NUTRO QUESTA PASSIONE STANDO IN CAMPAGNA. HO PIANTATO CIRCA 50 CIPRESSI DI LEYLAND L’ANNO SCORSO E DURANTE L’ARCO DELL’ANNO HO DOVUTO SOSTITUIRNE ALMENO UNA QUINDICINA PERCHE’ MORIVANO, DIVENTAVANO DI UN COLORE GIALLINO FINO A SECCARE COMPLETAMENTE. HO PARLATO CON IL MIO RIVENDITORE MA NON SAPEVA DARMI DELLE SPIEGAZIONI. QUALCUNO MI HA DETTO CHE SONO PIANTE PARTICOLARI CHE HANNO BISOGNO DI ESSERE TRATTATI CON PRODOTTI PER MALATTIE CHE POSSONO COLPIRE FACILMENTE LE PIANTE. DA QUALCHE MESE TRATTO LE PIANTE CON PRODOTTI CHE CONTENGONO RAME E CHE PREVENGONO MALATTIE DI TIPO FUNGHICIDA O ALTRO. COSA MI CONSIGLIATE? POI PER QUANTO RIGUARDA LA CRESCITA, IN UN ANNO CHE SONO PIANTATE, NON SONO CRESCIUTE MOLTISSIMO, SOLO QUALCHE CENTIMETRO IN ALTEZZA E SONO LEGGERMENTE PIU’ CARICHE DI FOGLIE. COSA POSSO FARE PER FAR CRESCERE QUESTE PIANTE PIU’ VELOCEMENTE?

    1. Buongiorno Salvo, questo tipo di pianta è soggetta a forme di deperimento e seccume, quindi dovrebbe eseguire periodici trattamenti con Aliette sia al terreno 2 volte all’anno sia sulla vegetazione secondo dosaggi d’etichetta (30 gr X 10 lt acqua o 10 gr di prodotto da interrare nel terreno con dei fori in prossimità delle piante). Per quanto concerne la crescita bisognerebbe conoscere natura, tessitura e impasto del terreno oltre al pH. Se usa un po’ di Unistar Orto Garden (confezione da 200 ml) può spingere un po’ le piante a vegetare di più. Buon lavoro!

      1. PER QUANTO RIGUARDA I TRATTAMENTI CON ALIETTE, BASTA APPLICARE IL PRODOTTO DIRETTAMENTE SULLA PIANTE ATTRAVERSO L’USO DI UNA POMPA PER IRRIGAZIONE? QUANTE VOLTE DEVO APPLICARLO DURANTE L’ANNO E IN CHE INTERVALLI DI TEMPO? GRAZIE IN ANTICIPO PER LA RISPOSTA. BUON LAVORO!

  3. Buongiorno,
    Vorrei un consiglio. Vorrei piantare questo tipo di siepe sul mio terrazzo, che però ha delle particolarità.
    Ha una copertura trasparente, per cui prende luce ma non pioggia né sole diretto. La posizione è a nord, in città. Ritenete che tale ambiente sia idoneo per il leyland? Vi sono particolari accorgimenti per piantarla, curarla e potarla?
    Ringrazio e porgo cordiali saluti.

    1. Buongiorno, l’esposizione non è ottimale e le condizioni di allevamento non sono delle migliori per la presenza della copertura che provoca un effetto serra in particolare d’estate. Se la copertura è trasparente la luce non rappresenta un problema. Per l’irrigazione si può sopperire con un impianto d’irrigazione programmabile o con annaffiature più ravvicinate. Altro problema potrebbe essere rappresentato dalle dimensioni dei vasi: meglio se in cotto, quindi più traspiranti di quelli in plastica. Infine è molto importante l’impiego di terriccio drenante (come Rinvaso) con un fondo di 4/5 cm di argilla espansa. Buon lavoro!

  4. Desidero realizzare una siepe di layland nella mia casa a mare. Che consiglio mi date.
    Grazie e buon fine settimana
    Sebastiano

    1. Buongiorno Sebastiano, il Cipresso di Leyland è un’ottima scelta per una casa al mare.
      Se si tratta di una seconda casa, le ricordo però che per ottenere una siepe folta e fitta sono necessari frequenti interventi di potatura: almeno due all’anno, in primavera e in autunno. In un giardino al mare può puntare anche su altre piante, meno “impegnative” del Cipresso, ma altrettanto decorative e rapide nella crescita, come per esempio il Pittosforo, la Photinia o il Viburno. A questo link può trovare altre idee per il giardino al mare! Buon verde!

  5. Buongiorno ho iniziato a fare delle ricerche su internet per impiantare una siepe a casa, premetto che sono poco esperto sul da farsi. Volevo quindi chiedere qualche consiglio. Deciso ormai che voglio una siepe di cipresso di leyland, volevo sapere a che distanza devo piantare ogni singola pianta?
    questo è un buon periodo per piantarla?
    poi la siepe si troverebbe a pochi metri da una strada molto trafficata, potrebbe essere un problema lo smog?

    1. Buongiorno Manuele, il periodo migliore per trapiantare una siepe è l’autunno (settembre-ottobre) oppure alla fine dell’inverno inizio primavera. Mi perdoni l’approssimazione, ma non so se lei vive ad Aosta o a Trapani 🙂
      Per ottenere una siepe fitta può mantenere una distanza di 60 cm tra una pianta e l’altra. Le ricordo che si tratta di un albero, un Cipresso, e per ottenere una siepe fitta sono necessarie due potature, in primavera e in autunno.
      Il Cipresso di Leyland è perfetto per il problema della smog: essendo “a pochi metri” da una strada, le consiglio però di dare un’occhiata all’art 892 del Codice Civile per le distanze di legge. Il Cipresso di Leyland richiede 0,5/1,5 metri, anche perchè con il tempo tende a “rubare” spazio, aumentando la profondità della siepe. Buon lavoro!

  6. Salve,
    vorrei realizzare una bellissima siepe coprente e mi sto orientando verso il cipresso di Leyland perché credo sia l’unico che soddisfi i miei requisiti, cioè:
    – resistere a basse temperature (fino anche a meno 30 in inverno)
    – non richiede troppa manutenzione (potatura 2 volte anno)
    – resiste a temperature alte (max 35° in estate)
    – abbia un alto potere coprente (siepe molto fitta).

    La siepe dovrà coprire un’area lunga 35 metri lineari ed alta 2.5 metri, che si trova in Abruzzo, a 700 metri di altezza, zona pre-montana, in un terreno agricolo, molto fertile.
    Mi chiedo se, secondo voi, sto effettuando la scelta giusta, o se invece consigliereste qualcosa di diverso?
    Inoltre, considerando che ho intenzione di piantare delle piantine alte 1 metro all’origine, quanto tempo occorrerebbe per arrivare ad una altezza di 2,5 metri?
    Quanto spazio devo lasciare fra una piantina e l’altra per massimizzare il potere coprente e minimizzare i tempi di crescita? Cosa consigliate per fare crescere le piantine il più velocemente possibile? E per rendere la siepe molto fitta, basta potare adeguatamente due volte l’anno? Qual è il perido migliore per procedere ad impianto?

    Grazie mille!

    1. Buongiorno. Il periodo migliore per la messa a dimora delle siepi è in autunno oppure tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera. Se acquista piante già grandi e ben sviluppate, la siepe sarà pronta in meno tempo ma sarà anche più costosa. Per l’altezza da lei desiderata, con un grado di copertura e infoltimento buono, sono necessari 4/5 anni. Le sconsiglierei di comprare piante ben avviate perché non sono solo più costose, ma avranno anche più difficoltà nell’adattarsi al nuovo suolo ed attecchire. Nella scelta delle piante per le siepi, si consiglia di favorire le specie autoctone o con facile adattabilità, come ha fatto lei. Bisogna ricordarsi un po’ di regole generali che le riassumo….
      La classica siepe di demarcazione perimetrale è realizzata lungo un unico filare dove bisogna rispettare delle distanze di legge, in funzione del codice civile art. 892 che le ricordo
      * 3 metri se si impianta un albero ad alto fusto. Rispettate questa distanza se intendete mettere a dimora una siepe di Cipressi o di altri alberi dalle dimensioni notevoli.
      * 1,5 metri per alberi di non alto fusto, con un’altezza del fusto di 3 metri.
      * 0,5 metri per tutti gli arbusti, quindi per tutte le siepi e le piante da frutto con un’altezza inferiore ai due metri e mezzo.
      A meno che non intenda realizzare un’alta siepe di Cipressi (dovrebbe rispettare una distanza dal confine di proprietà di almeno 3 metri), in caso di siepe perimetrale la distanza da rispettare dal confine di proprietà è di soli 50 cm.
      Al momento della messa a dimora delle siepi dovrete tenere presente la capacità di sviluppo dell’esemplare prescelto. Conoscendo la capacità di sviluppo sarete in grado di stabilire la distanza necessaria tra una buca e l’altra. La distanza d’impianto tra una pianta e l’altra varia in base alle caratteristiche della pianta. Considerando piante a medio sviluppo, che all’acquisto misurano circa 100/120cm, le distanze da rispettare tra una buca e l’altra, indicativamente ammontano a 90/100 centimetri per siepi di Cipresso di Leyland. La messa a dimora è facile da portare a compimento da settembre, fino al termine di ottobre, potrà iniziare a lavorare il terreno e realizzare una striscia dalla larghezza di 30 – 40 cm e dalla profondità di 40 – 50 cm. Sul fondo potrà arricchire il terreno con uno strato di terriccio fertile e del concimi granulare, ricco di azoto e fosforo. E’ importante che il concime non entri a diretto contatto con la radice. Sarebbe preferibile aggiungere uno strato di torba fibrosa e altro terriccio fino a riempire completamente il canale realizzato con la vanga. Questo fondo accoglierà le piante e dovrà essere omogeneo e soffice così da consentire alle radici delle piante di estendersi e di attecchire al meglio. Per la messa a dimora vera e propria, pratichi delle buche dalla grandezza compatibile con la zolla di terreno della pianta acquistata. Scavate la buca nella striscia lavorata e adagiate la pianta con la zolla. La buca dovrà essere profonda al punto giusto: il terreno dell’impianto dovrà essere a livello con quello della zolla così da non soffocare la pianta o, al contrario, scoprire le radici.

  7. Buonasera,
    Avrei bisogno di un’informazione… dovrei piantare delle piante di Leylandii lungo il vialetto di casa, le radici potrebbero danneggiarlo? Non so quanto possono essere invasive in quanto lo spazio a disposizione sarebbe 3mt di lunghezza per 50 cm di larghezza. Grazie mille

    1. Buongiorno, non dovrebbero esserci problemi. L’apparato radicale non si espande molto, anche se la variabile “natura del terreno” di cui non siamo a conoscenza può parzialmente incidere. Ma io sarei sereno: le pianti pure!

  8. Buongiorno , abbiamo in giardino (e’ sopra i garage ha solo circa 30 /40 cm di terra) cipressi di leyland, i fusti sono molto grossi alla base ,circa 35 cm dobbiamo preoccuparci per le radici, abbiamo paura causino danni al cemento che trovano sotto.Grazie mille .cordiali saluti

    1. Buongiorno, mi pare che il quantitativo di terra disponibile sia poco…. Le radici sono organi che oltre a garantire l’assorbimento degli elementi nutritivi dal terreno garantiscono l’ancoraggio della pianta stessa al suolo. Non escluderei a priori che le radici possano inserirsi in fessurazioni o crepe del cemento provocandone la rottura nel tempo. Spero di esservi stato utile!

  9. Salve.
    Vorrei sapere se potare in giornate molto calde e soleggiate può danneggiare le piante e/o aumentare la possibilità che i rami tagliati si secchino o ammalò.
    Grazie.

    1. Salve Marco, la potatura è sempre una pratica che genera stress alle piante, tanto che la si pratichi o a fine stagione (autunno) o nel periodo di fine inverno in modo che la pianta non patisca troppo. Non vi è necessariamente una correlazione però su un danno da potatura, in particolare di confronti di una pianta rustica come il Cipresso di Leyland. I grossi tagli andrebbero sempre disinfettati con una soluzione di acqua e rame (va bene della poltiglia spennellata) per poi essere coperti da mastice, più che altro per evitare che possano diventare vie di accesso per funghi o insetti che rodono il legno. Buon giardinaggio!

  10. Salve,
    ho una bellissima siepe di Leyland, non siepe classica potata, sono Leyland piantati a un paio di metri l’uno dall’altro, quindi hanno mantenuto la loro forma, ma si sono uniti con il tempo, li ho piantati circa 10 anni fa. Ora all’improvviso uno si è seccato e anche altri si stanno seccando! Sapete dirmi cosa sta succedendo e se c’è qualcosa che si possa fare?
    Grazie

  11. Buongiorno, dovrei creare una siepe alta almeno 6 m, preciso che vivo in Sicilia vicino al mare anche se l’ubicazione di tale siepe risulterebbe riparata a nord da un muro e a sud dal fabbricato della mia villa. Io dovrei con essa celare la vista sulla mia proprietà che confina con una strada provinciale molto trafficata e ad un’altezza dal mio terreno di circa 4-5 m.
    Mi hanno suggerito di piantare cipressi leyland o alloro. Voi avreste altre piante da suggerirmi? Ho la necessita che la crescita di tali piante avvenga entro 2 anni. Nel suggerirmi la giusta pianta gradirei conoscere le caratteristiche, la distanza di messa a dimora, l’irrigazione, la potatura e altro che voi riteniate opportuno. In attesa di una vs. cortese risposta porgo i miei saluti. Angelo Cosenza

    1. Buongiorno, questa è una domanda che dovrebbe porre a un paesaggista non a un agronomo 🙂
      I Cipressi di Leyland rispondono sicuramente alle sue esigenze. Le consiglio un impianto di irrigazione fisso, visto il contesto in cui dovranno vivere le piante.
      Però 6 metri in 2 anni mi sembra un obiettivo difficile: in genere i Cipressi di Leyland in commercio hanno un’altezza di 1/1,5 metri e crescono di circa 50 cm ogni anno. Buon verde!

  12. BUONGIORNO ABBIAMO MESSO PICCOLI CIPRESSI PER FARE UNA BELLA SIEPE CONTRO IL MURO DI SEPARAZIONE FRA LA IL NOSTRO GIARDINO E LA CASA DEL VICINO;
    vOGLIAMO UNA SIEPE DI MASSIMO 3 METRI.
    QUALE E’ LA DISTANZA DA RISPETTARE CON IL VICINO PREGO ?? Grazie

  13. Buonasera, ho una siepe di Leyland e avendola trascurata per qualche anno, ho deciso di darle una drastica potatura sia in altezza che in larghezza. In conclusione me la ritrovo con molti vuoti. Cosa posso fare per farla tornare bella fitta e folta come prima? E’ consigliabile fare dei trattamenti e/o concimazioni specifici? Grazie

  14. Ho dei pini leyland che non vengono sfoltiti da un anno, posso farlo ora o conviene aspettare che passi l’inverno e farlo verso febbraio marzo?

  15. Buongiorno, ho comprato una casetta nell’entroterra di Ancona con una folta siepe di Leyland che segna il confine, non è stata potata per tanto tempo e si è molto sviluppata sia in altezza che in larghezza, e alla base delle piante c’è qualche rametto secco. Posso fare una potatura leggera in questo periodo (metà/fine novembre), magari accorciando solo i rami che si slanciano disordinati, o è meglio aspettare la fine dell’inverno per non danneggiare o rovinare la siepe? Grazie

  16. Buongiorno,
    abbiamo piantato nel nostro giardino delle piante di cipresso leyland in vasi.
    le piante sono ancora giovani e di altezza 80 cm 1.20.
    Quanto frequente deve essere l’annaffiatura? e in caso di giorni continui di pioggia come dobbiamo comportarci?
    premetto che sul fonto del vaso abbiamo inserito argilla espansa.

    ringrazio anticipatamente e mi sucso per la domanda banale 😀

    1. Buongiorno. Le piante coltivate in vaso non possono trovare umidità con le radici in profondità e quindi è importante mantenere sempre umido il substrato di coltivazione. In particolare in estate, quando le alte temperature fanno evaporare l’acqua più velocemente e i caldi raggi solari irradiano i vasi. Indicativamente può irrigare il Cipresso una volta alla settimana e più frequentemente in estate e in particolare nei giorni siccitosi più caldi. Ma non esiste una regola e dipende da molti fattori, non ultime le precipitazioni: il metodo migliore per capire quando è il momento di irrigare una pianta in vaso è sempre quello di immergere un dito nel substrato per verificare se è umido o secco!
      Se piove non dovete fare nulla: l’acqua in accesso se ne andrà velocemente e una normale pioggia non ha mai fatto male alle piante 🙂
      Buon verde!

  17. Buonasera ho appena acquistato casa con giardino di circa 500 mq chiuso completamente da siepi di cipresso (non conosco il tipo) che sono state lasciate andare sia in altezza più di 3 mt e anche in larghezza… Volevo chiedervi se in questo periodo – luglio – è possibile dargli una bella accorciata e sistemata (circa 1 mt.) senza rovinare le piante . Abito sul lago di Caldonazzo Trento. E in caso se dopo aver tagliato con motosega e tagliasiepi devo mettergli qualche prodotto per salvaguardare l’integrità della pianta.
    Ringrazio anticipatamente per la risposta
    Stefano

    1. Buongiorno Stefano, sarebbe meglio potare il cipresso durante il riposo vegetativo, quindi in autunno. Dopo la potatura potrà fare una disinfestazione con Cuprital. In questa periodo è meglio non far nulla: eventualmente può concimarli, specie se il terreno non è stato seguito negli anni precedenti. Buon verde!

  18. Salve a tutti ho da fare una domanda per chi sa e può rispondere, dovrei mettere la siepe e come tale avrei scelto il cipresso di Leyland, volevo chiedere però se cresce molto in profondità, visto che il mio giardiniere mi ha detto che non si assume responsabilità visto che col tempo potrebbero “le radici estendersi e quindi con qualche infiltrazione di acqua bucare il sottosuolo o il muretto.. È vera questa cosa?? Chi ne sa qualcosa? Vi prego aiutatemi

    1. Buongiorno, l’apparato radicale non si espande moltissimo ma effettivamente la radici servono non solo per portare nutrimenti alla pianta ma anche per ancorarla al terreno. Ci sono vari aspetti da valutare e dipende anche da quanto dovrà essere alta la siepe e dalla natura del terreno, di cui non siamo a conoscenza. Ma se il giardiniere ha fatto un sopralluogo e le ha dato questo consiglio, forse è meglio dar retta al professionista e scegliere un’altra soluzione. Buon verde!

  19. BUONGIORNO,
    DEVO DIVIDERE UN TERRAZZO IN MILANO CENTRO IN DUE PORZIONI COSTRUENDO UNA SIEPE.
    HO PENSATO DI UTILIZZARE DEI VASI DI CM.90 X 45 E UTILIZZARE QUALE ESSENZA IL CIPRESSO DI LEYLAND, PER L’INVASO DI ALTEZZA CIRCA CM.50-70, CONSIDERATO CHE DA UN LATO NON POTRO’ SUPERARE M1,10 DI ALTEZZA MENTRE PER IL RESTO VOLEVO ARRIVARE A M.1,50-1,60.
    ESPOSIZIONE A TUTTO SOLE CON PAVIMENTAZIONE CHIARA CHE RIFLETTE PARZIALMENTE IL CALDO DEL SOLE ESTIVO, PROTETTO DAI VENTI SU DUE LATI.
    VOLEVO CHIEDRE SE L’ESSENZA SCELTA E’ IDONEA ALLA MIA NECESSITA’, INOLTRE CHIEDO CON QUALE FREQUENZA DOVREI IRRIGARE.
    RINGRAZIANDO PORGO CORIALI SALUTI.
    SILVIA

  20. Salve circa 6 anni fa’ ho piantato 3 alberi di Leyland nel mio giardino , dopo qualche anno alcune all’improvviso sono iniziate a morire nel giro di qualche settimana, si capisce la causa di ciò?

  21. buongiorno! Sto pianificando la realizzazione di una siepe in terrazzo per creare un po’ di verde e di privacy. La scelta, per la zona sud del terrazzo è ricaduta sul cipresso di leyland, mentre a nord metterei altro (finto gelsomino). Ho provato a cercare e chiedere, ma non ci sono risposte chiare in merito alla coltivazione del leyland in vaso, in particolare non so se orientarmi su fioriere “classiche” (90x40x40) o se è meglio optare per dei mastelli da vivaio (100x60x60). So che il cotto è meglio della plastica, ma per praticità mi orienterò sicuramente su quest’ultimo materiale.
    Anche per quanto riguarda la distanza ideale tra una pianta e l’altra ho sentito opinioni discordanti: c’è chi dice 50-60 cm, altri consigliano addirittura 100 cm (quindi una pianta per vaso teoricamente) per evitare competizione e per allungare la vita della siepe… Mi potete dare qualche consiglio?
    grazie!

    1. Buongiorno! La scelta delle dimensioni del vaso dipende molto anche dall’altezza che si vorrà far raggiungere alla siepe. Se si è orientati per altezze superiori a 1,5 metri bisogna orientarsi su contenitori grandi: sono da preferire le vasche rettangolari in cotto e si possono trovare anche a prezzi ragionevoli. Le dimensioni ideali per 2 piante sono 120x50x50h.
      Per le distanze, possiamo confermare che piantumazioni troppo ravvicinate generano competizione tra le piante e di conseguenza un minor potenziale vita per la pianta.
      Per quanto concerne i consigli, per il trapianto scelga un terriccio drenante come Kb Terriccio Rinvaso, per la concimazione le suggeriamo un fertilizzante organo-minerale a lenta cessione come Naturen Concime Rose e Arbusti. Cliccando sui link collegati al nome dei prodotti potrà trovare ulteriori informazioni e i consigli di utilizzo. Buon verde!

  22. Buonasera, anche io sarei orientata, su consiglio di un vivaio della mia zona, a fare una siepe con dei cipressi layland in vasi, a me sarebbe sufficiente un’altezza di 70/80 cm, oltre al vaso (circa 35/40)
    Potrebbero essere indicati x questo utilizzo o le piante soffrirebbero?
    Grazie mille

    1. Buongiorno, il Cipresso di Leyland cresce bene anche in vaso e crea delle siepi molto compatte, se ben potate. Faccia attenzione all’irrigazione, in particolare in estate e se i vasi sono esposti al sole, poichè l’acqua tende a evaporare velocemente e le radici non possono cercare umidità in profondità. Può essere utile un impianto di micro-irrigazione. Buon verde!

  23. Buongiorno, ho un giardino di ca. 300 mq dove, per buona parte del perimetro, sono stati impiantati da due anni cipressi di Leyland. L’impianto d’irrigazione è progettato per irrigare l’erba del giardino attraverso dei getti e la siepe attraverso l’ala gocciolante. Se per l’erba considero ca. 4-5 litri d’acqua per mq al gg, quanti ne dovrei considerare per la siepe perimetrale di Leyland? Nota: per tutto il perimetro ho comparso uno strato di corteccia alla base delle siepi, spero di aver fatto bene…e non male.
    Inoltre, se posso, avrei un altro quesito da porre. Un vicino di casa ha un albero di castagno molto alto e grande che ci comporta un grosso problema nel momento in cui perde le foglie dato che ci riempiamo di quest’ultime nel nostro giardino. La situazione è questa: tra il nostro giardino e quello del vicino, passa una strada forestale. L’albero in questione disterà ca. 3 metri dal suo confine ma i rami invece passano oltre, finendo sopra la strada forestale, arrivando al limite del nostro confine. Il nostro comune non ha normative specifiche al riguardo e si rifà a quella nazionale dove però non mi è chiaro il nostro caso. Cosa mi consiglierebbe per trovare una soluzione?
    La ringrazio anticipatamente per l’aiuto.

    1. Buongiorno. Le irrigazioni delle piante, ma anche del prato, non dovrebbero essere frequenti ma bensì ben intervallate con bagnature abbondanti: questo consente uno sviluppo dell’apparato radicale in profondità piuttosto che in superficie.
      E’ impossibile dare una indicazione di quanta acqua distribuire per pianta senza conoscere la natura del terreno e di conseguenza la capacità di ritenzione idrica. Avremmo bisogno di maggiori informazioni per poter rispondere correttamente.
      La corteccia alla base delle siepi non costituisce un problema, anzi ha fatto bene: limiterà la crescita di infestanti e migliorerà l’umidità del terreno.
      Per il problema del castagno le consigliamo di rivolgersi a un avvocato del luogo ed esperto in materia. Preferiamo non addentrarci perchè ci sono le norme nazionali (che sono disponibili online e ci sembra di capire lei abbia già consultato) ma anche norme che fanno rifanno agli usi e alle abitudini locali, che noi non conosciamo nei dettagli. Per esempio nella giurisprudenza cioè in altri casi simili in passato: tutte informazioni che un avvocato esperto e del luogo dovrebbe conoscere approfonditamente.
      Buon verde!

  24. Buonasera,
    Innanzitutto complimenti per la pagina e per i mille consigli che date!
    Vorrei mettere a dimora in vaso delle piantine di cipresso (pensavo a piantine di 1 m), per crearmi una siepe alta circa 1,6/1,8 m, sul mio terrazzo nei due lati scoperti dai muri, una L di 6,60m x 6,10m. Devo ancora procurami le piante e i vasi quindi credo di non riuscire a fare il lavoro prima di metà giugno. So che non è il periodo migliore per piantare queste piante ma secondo voi posso farlo comunque o rischio con buona probabilità che non attecchiscano e muoiano? I vasi che vorrei mettere sono in materiale plastico color antracite con misure 100lung.x45prof.x40alt. So che sarebbero meglio in cotto ma potrei usare comunque questi che ho indicato o proprio meglio evitarli perchè sicuramente farebbero soffrire il cipresso? E potreste dirmi anche come le mettereste a dimora, quale terriccio, concime, strato di argilla o altro, ecc.
    Grazie in anticipo per la disponibilità

    1. Buongiorno, grazie anzitutto per i complimenti 🙂
      Le piante, se ben radicate, possono essere trapiantate praticamente 300 giorni all’anno, evitando le giornate più calde e più fredde dell’anno. Quello che ci preoccupa è la gestione idrica di queste piante in quella fase stagionale: se a giugno farà molto caldo, con la conseguente maggiore evaporazione, potrebbe rendersi necessaria un’irrigazione abbondante e frequente.
      Per quanto riguarda i vasi, le dimensioni che ha indicato ci sembrano un po’ scarse per piante che devono raggiungere 1,8 metri di altezza. Considerando come si sviluppa l’apparato radicale di questo tipo di piante, è preferibile l’uso di vasi più resistenti di quelli in plastica. Il rischio non è quindi far soffrire il cipresso, ma la fenditura e/o rottura del vaso.
      Come substrato le consigliamo il Terriccio per Rinvaso Kb, avendo cura di depositare sul fondo del vaso uno strato di 5 cm di argilla espansa. All’atto del trapianto, per la concimazione di fondo e impianto, le consigliamo di mischiare al terriccio un concime granulare come Osmocote Universale, che fornirà le sostanza nutritive per i primi 6 mesi. In seguito consigliamo un ciclo di concimazione con un il fertilizzante granulare Kb per Conifere e Arbusti. Ai link che le ho indicato trova maggiori informazioni e le istruzioni per l’uso. Buon verde!

      1. Vi ringrazio per la risposta molto chiara ed esaustiva. Vi domando un’ultima cosa, visto che i vasi da me indicati sarebbero un po’ limitati per quello che vorrei fare, voi che dimensioni minime mi consiglereste per il cipresso e per questo tipo di situazione? E quante piantine per ogni vaso mi consigliate?
        Grazie di nuovo per la disponibilità e buona serata

    1. Sì, certo, il mese di giugno è un buon periodo per potare il Cipresso di Leyland: è finita la prima fase vegetativa e ha tutta l’estate per riprendersi. Eviti però le giornate calde e soleggiate, come in questi giorni. In settembre potrà poi effettuare una nuova potatura. Buon verde!

  25. Buongiorno.
    Complimenti per l’articolo, estremamente interessante e ricco di informazioni.
    Vorrei chiedere gentilmente alcune informazioni.
    Il giardino della mia casa (vivo a Udine) ha una siepe perimetrale di cipresso di leylandii, che sto cercando di curare io pur non essendo esperto in materia. Le piante appaiono sane e hanno una crescita rigoglioso, attualmente sono circa 3 metri in altezza. Circa un anno fa avevo effettuato una potatura in altezza, e a primavera una in larghezza. Vorrei che la siepe fosse fitta fitta, come alcune che si vedono in giro ma non so come fare. Ho visto che i vicini di casa, anch’essi con siepe leylandii, hanno chiamato un giardiniere che però ha dato una potatura veramente drastica alle piante, portandole a circa 1,70 m in altezza e 50 cm in larghezza, cosa che io non mi sentirei di fare…
    Pertanto chiedo cortesemente un parere a Voi che siete esperti, è questo il modo corretto per ottenere una siepe fitta o posso sperare che anche la mia si riempia pur senza massacrare le piante in quel modo? Cosa suggerireste di fare?
    Grazie anticipatamente per la cortese risposta.

    1. Buongiorno e grazie per i complimenti!
      La tecnica per infittire la vegetazione prevede continue e costanti potature. I tagli drastici si fanno per rimediare sottoponendo però la pianta a uno stress. Sarebbe preferibile lasciar fare al tempo e al corso naturale delle cose. Può sicuramente influire positivamente una adeguata concimazione: una primaverile e una a fine estate (quest’ultima ricca in potassio K).
      Buon verde!

  26. Buonasera,
    complimenti per l’articolo molto interessante! Sarei interessata a piantare una siepe di cipressi per creare un fitto muro tra strada e giardino! Volevo chiedere quando è il periodo migliore per piantare il cipresso e quanto ci metterà ad arrivare ad un altezza di due metri? Inoltre volevo che sia una siepe molto larga e fitta come posso realizzarla? grazie

    1. Buongiorno, il periodo più indicato per le condizioni meteo è verso fine settembre; ma essendo in genere piante coltivate in vaso potrebbero essere trapiantare sempre.
      Per la buona riuscita della siepe è importante una corretta concimazione. All’atto della creazione della buca e della piantumazione, può utilizzare un concime come Naturen Pellettato. In seguito potrà continuare con un prodotto specifico per conifere come KB Concime per Conifere e Arbusti oppure un fertilizzante universale come KB Gardenfert Ready.
      La fittezza si genera attraverso tagli frequenti in modo che la pianta ramifichi bene. Buon verde!

  27. Salve vorrei piantare in un giardino privato in condominio delle siepi di Leyland. Ho un’aiuola di 95 centimetri per 55 cm di profondità e l’amministratore dice che è poco terreno e le radici potrebbero fare danni alla guaina e successivamente causare infiltrazioni d’acqua. Il giardiniere dice che visto l’altezza massima della pianta che non può superare il 1,70 m per regolamento condominiale le radici non andranno a dare fastidio voi cosa ne pensate?

    1. Buongiorno. Mi spiace ma confermiamo quanto detto dall’amministratore: Purtroppo non possiamo escludere che le radici provochino dei danni. L’alternativa potrebbe essere quella di posizionare una vasca in cemento all’ interno dell’aiuola, in modo che la stessa faccia da contenitore delle radici: ma il ridotto volume di terra potrebbe generare stres nutrizionali e idrici a una pianta come il Cipresso di Leyland. Buon verde!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin