skip to Main Content

Fuori di news

< Torna alla ricerca

Come coltivare la Xanthosoma

22 Jul 2022

231

0
coltivare la Xanthosoma


Se state cercando una pianta d’appartamento con foglie dall’effetto “wow” vi suggeriamo di coltivare la Xanthosoma sagittifolium. È infatti caratterizzata da foglie di grandi dimensioni, che le hanno portato il soprannome di orecchio di elefante e a forma di freccia, da cui il nomignolo di foglia di freccia e il nome scientifico sagittifolium.

Le Xanthosoma sono un genere di piante tropicali americane con decine di specie, ma la Xanthosoma sagittifolium è quella più diffusa per un uso ornamentale in appartamento.

Ai tropici la Xanthosoma sagittifolium diventa molto grande e le foglie possono raggiungere quasi un metro di lunghezza. Se coltivata in vaso rimane invece di dimensioni contenute. Le piante adulte, se coltivate in modo corretto, possono produrre un piccolo fiore composto da uno spadice avvolto da una spata bianca. Il fiore è poco significativo da un punto di vista ornamentale, ma è un bel segnale di salute della pianta!

Dove coltivare la Xanthosoma

Le piante tropicali richiedono temperature costanti abbastanza alte, tra i 18°C e i 22°C. Perciò sono perfette come piante d’appartamento.

Cresce bene in mezz’ombra ma è bene che l’ambiente sia luminoso. I raggi solari non devono arrivare sulla pianta poiché potrebbero rovinare le belle foglie.

In estate possiamo spostare la Xanthosoma all’aperto sul terrazzo ma in una posizione ombreggiata. Teme il freddo quindi a settembre va riportata in casa.

Come rinvasare la Xanthosoma

Quando compriamo una Xanthosoma sagittifolium possiamo rinvasarla in un contenitore più grande.

Distribuiamo sul fondo del vaso uno strato di biglie di argilla espansa, in modo da proteggere le radici da eventuali eccessi idrici nel sottovaso. Posizioniamo la pianta al centro e riempiamo il vaso con un terriccio per piante verdi, facendo in modo di farlo ben penetrare ed evitare bolle d’aria. Al termine del rinvaso, irrighiamo generosamente la pianta e svuotiamo il sottovaso dopo dieci minuti.

 Come irrigare la Xanthosoma

Non dobbiamo esagerare ma la pianta va irrigata periodicamente. Un po’ perché la pianta bene un po’ perché il caldo fa evaporare l’umidità presente nel terriccio. Quindi in estate bagneremo di più, in inverno ridurremo.

Aspettiamo che il terriccio risulti asciutto al tatto prima di irrigare. Torneremo a bagnare quando il terriccio tornerà ad asciugarsi.

Le piante tropicali amano un’alta umidità ambientale ed è quindi bene nebulizzare le foglie con acqua, specialmente quando l’aria è molto secca. Quindi nei mesi estivi più afosi e quando l’impianto di riscaldamento è in funzione in inverno.

Vanno sempre evitati i ristagni d’acqua che generano marciumi radicali. Svuotiamo sempre i sottovasi e i cachepot dell’acqua in eccesso.

Come concimare la Xanthosoma

Le sostanze nutritive contenute nel terriccio durano per qualche settimana e in seguito dovremo prevedere un programma di concimazione annuale.

A seconda del tempo che abbiamo a disposizione, possiamo scegliere tra fertilizzanti liquidi, in bastoncino e a lenta cessione. Preferiamo sempre terricci e concimi specifici per piante verdi.

I fertilizzanti liquidi vanno diluiti nell’acqua per l’irrigazione: ogni 15 giorni in primavera e in estate e una volta al mese in autunno o in inverno. Se piante d’appartamento infatti si concimano anche in inverno: leggi questo articolo per approfondire!

I concimi in bastoncino rilasciano lentamente le sostanze nutritive e alimentano la pianta per 8 settimane. In seguito dovremo reintegrarli. È sufficiente infilarli nel terriccio.

I concimi granulari a lenta cessione si sciolgono molto lentamente e nutrono le radici per molti mesi, anche per un anno. Anche in questo caso è sufficiente inserirli nel vaso e ricoprirli col terreno.

ARTICOLI CORRELATI

Come coltivare gli Impatiens: ideali per i giardini in ombra / Giardino e Prato

15 Feb 2019

2878

0

Come coltivare il Cymbidium: una Orchidea facile da curare in casa / Casa e Terrazzo

13 May 2019

18419

0

AUTODIAGNOSI E CURA

TROVA UN RIVENDITORE

POTREBBE INTERESSARTI

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin