Giardino e Prato

Come coltivare la Calibrachoa in giardino

Coltivare la Calibrachoa in giardino è molto comune nel nostro paese, grazie alla sua bellezza ed estrema adattabilità. Gli steli erbacei crescono in fretta, superando i 20 cm, mentre i fiori sono grandi, a forma di campanule, dai colori vivaci.

Pianta molto resistente, regala fioriture abbondanti per tutta la stagione estiva, nei toni del rosso, del bianco, del viola, anche variegati e bicolore.

La Calibrachoa, detta anche Petunia nana, è una pianta facente parte della famiglia delle Solanacee, ed è caratterizzata da una fioritura a forma sferica, che crea allegri cuscini di fiori colorati. Perfetta da coltivare in vaso, è adatta soprattutto alla coltivazione in vasi appesi e balconette, per creare maestose cascate di fiori nei gazebi e sui terrazzi. Ma possiamo utilizzarla anche in giardino per decorare le aiuole, poichè una pianta a bassa manutenzione e con una lunga fioritura.

COME COLTIVARE LA CALIBRACHOA IN GIARDINO

Il clima ideale per coltivare questa pianta è mite e temperato. Ama il sole e tollera la mezz’ombra, ma ha bisogno di caldo per fiorire: nelle Regioni del sud la fioritura si protrae fino in autunno.

La Calibrachoa non tollera temperature inferiori ai 5°C. Possiamo quindi coltivarla in giardino come pianta perenne soltanto nelle zone con clima temperato in inverno. Nel nord Italia può essere coltivata come pianta annuale.

Prima del trapianto, lavoriamo il terreno in modo da togliere sassi e radici di erbe infestanti. Approfittiamo dell’occasione per integrare nel suolo un concime a lenta cessione per piante da fiore oppure a cessione programmata oppure un fertilizzante organico, come lo stallatico pellettato. Se coltiveremo la Calibrachoa come pianta perenne, dovremo ripetere la concimazione in autunno e ogni sei mesi. Se al contrario coltiviamo la Calibrachoa come pianta annuale, la concimazione all’atto dell’impianto sarà sufficiente per tutto il ciclo vegetativo.

Le innaffiature devono essere regolari per tutto il periodo estivo, senza affogare la pianta ma mantenendo sempre il substrato leggermente umido. Attenzione a non bagnare le foglie! Le foglie asciutte prevengono infestazioni e malattie fungine.

La tipica forma sferica della Calibrachoa può essere sistemata attraverso una leggera potatura. Consigliamo inoltre di rimuovere i fiori secchi per stimolare la produzione di nuovi fiori.

POTREBBE INTERESSARTI

Condividi

Articoli recenti

Come coltivare il Cotoneaster: una pianta poliedrica!

Possiamo coltivare il Cotoneaster in giardino sia per la sua naturale bellezza ma soprattutto per…

26 Maggio 2023

Come eliminare le Cocciniglie dalle piante ornamentali

Eliminare le Cocciniglie tempestivamente dalle piante ornamentali è importante poiché possono produrre fino a 3…

23 Maggio 2023

Come combattere gli Afidi in un orto in modo biologico

Chi coltiva gli ortaggi spesso si trova a dover combattere gli Afidi, specialmente a partire…

19 Maggio 2023

Come coltivare la Astrantia major in giardino

Possiamo coltivare la Astrantia major per arricchire le bordure fiorite con una bella fioritura profumata…

16 Maggio 2023

Come coltivare il Paphiopedilum: l’Orchidea Pantofola di Venere

Coltivare il Paphiopedilum è facile e un buon motivo per farlo è la sua originale…

12 Maggio 2023

Come usare i biostimolanti e i corroboranti sulle piante

I trattamenti con biostimolanti e corroboranti sulle piante sono utili per migliorare le difese naturali…

9 Maggio 2023