skip to Main Content

Criticità

< Torna alla ricerca

TIGNOLETTA e TIGNOLA DELLA VITE




Caratteristiche:

Tignola (Eupoecilia ambiguella) e Tignoletta (Lobesia botrana) sono, tra i lepidotteri, quelli maggiormente dannosi e quindi temuti su vite. Le forme giovanili di queste farfalline sono larve di colore rossastro, col capo nero, che danneggiano i bottoni fiorali e gli acini, creando nidi con fili sericei. L’attività trofica delle larve della prima generazione è riconoscibile per la presenza di glomeruli nei grappoli (che difficilmente si associa a danni economici di rilievo). Le larve di seconda generazione possono arrecare danni rilevanti per la perdita in peso dei grappoli, e dal conseguente insediameneto di malattie fungine. le larve di terza generazione provocano erosioni superficiali sugli acini maturi aprendo la strada alla comparsa di patogeni fungini, all’attacco di drosofile e di vespe.

Controllo:

Trattare orientativamente nell’ultima decade del mese di Giugno irrorando con cura i grappoli.

ARTICOLI CORRELATI

Come coltivare le piante acquatiche / Giardino e Prato

04 Oct 2022

8

0

Coltivare in modo biologico sul terrazzo: 5 consigli amici della natura / Casa e Terrazzo

01 Oct 2021

604

0

POTREBBE INTERESSARTI

Back To Top
×Close search
Cerca
Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Facebook Twitter Instagram Linkedin